CSR Piemonte - responsabilità sociale d'impresa


home > CSRPiemonte

Il progetto CSRPiemonte.it

I promotori

Il Sistema camerale, essendo il principale referente del sistema produttivo, è tra i soggetti più idonei a promuovere e diffondere la cultura della CSR nel territorio, a partire da un monitoraggio delle pratiche già esistenti, per poter stimolare la diffusione e l’approfondimento non solo della cultura di responsabilità sociale d’impresa, ma anche degli strumenti concreti.

La Regione Piemonte, al contempo, ha tra le sue priorità lo sviluppo del territorio. È opinione condivisa che i territori economicamente avanzati non debbano perseguire obiettivi di sviluppo economico tout court, bensì occorre valutarli anche in un’ottica di sostenibilità, sia ambientale sia sociale.

Il contesto collaborativo

L’integrazione tra le attività dei due soggetti è stata suggellata dalla firma, il 12 novembre 2009, di un protocollo d'intesa triennale per il rilancio dello sviluppo economico e della competitività territoriale.

Il protocollo, rinnovato ed arricchito di contenuti nell'ottobre 2013, individua come prioritarie, per l'aumento della competitività delle imprese e dei territori, diverse aree di intervento congiunto fra enti camerali e amministrazione regionale, tra cui il tema della Responsabilità Sociale d'Impresa - CSR come fattore di sviluppo sostenibile del territorio e delle imprese (cit. [...] La sostenibilità della crescita è in funzione dei comportamenti etici e responsabili sia dei consumatori sia delle imprese. La CSR (Corporate Social Responsibility) è entrata formalmente nell'agenda dell'Unione europea, dove è stata considerata come uno degli strumenti strategici per realizzare in Europa una società più competitiva e socialmente coesa e per modernizzare e rafforzare il modello sociale europeo. La diffusione tra le imprese della cultura della CSR può rappresentare un valore aggiunto non solo per le imprese (competitività, crescita, immagine), ma per la società in generale (ambiente, relazioni industriali, qualità sociale),[...].

Un progetto di comunicazione per la Competitività, la Sostenibilità e la Responsabilità del sistema

Per dare operatività agli indirizzi descritti è stato definito il progetto strategico condiviso CSRPIEMONTE.IT, che si configura come una sorta di osservatorio/vetrina virtuale con il meta-obiettivo di coordinare le azioni dei due enti per ottimizzare tempi e risorse, per rafforzare la cultura della CSR, per monitorare i comportamenti e le aspettative delle imprese, per studiare forme efficaci di indirizzo e per valorizzazione le buone prassi.

Strategia e obiettivi

Il principale obiettivo del progetto è quello della valorizzazione e della diffusione capillare di pratiche di CSR presso le imprese piemontesi. Nonostante sia una tematica praticata a livello internazionale da circa un decennio, molte imprese, specialmente quelle di piccola e media dimensione, ne hanno una scarsa conoscenza. E, soprattutto, non ne individuano facilmente i vantaggi, economici e non.

Il progetto di promozione, ad ampio respiro, punta ad un aumento delle pratiche di CSR e a una sensibilizzazione diffusa rispetto al target individuato.

L’universo di riferimento è quello delle imprese, ai sensi dell’art. 2082 del Codice civile, con sede legale in Piemonte e soggette a registrazione presso il Registro delle Imprese, ai sensi dell’art 2195 codice civile. Sono pertanto escluse da questo progetto sia le Istituzioni Pubbliche, sia le attività economiche non configurabili come imprenditoriali, ma professionali (notai, commercialisti, ecc.).

Il progetto si è sviluppato, dal punto di vista strategico, su 4 fronti:

  1. Monitorare - per decidere (e per promuovere) occorre conoscere. Solo disponendo degli elementi necessari (dati, casi, metodi, modelli) si può programmare una azione efficace di “sistema”.
  2. Promuovere – dall’analisi dello scenario piemontese e mutuando modelli efficaci da altre realtà all’avanguardia verranno elaborati i contenuti di un “modello Piemonte”, sia in termini di indirizzi, sia di case histories.
  3. Divulgare – condividere e dare visibilità alle buone prassi, attraverso la produzione di strumenti di comunicazione, la costruzione di un’area web "Vetrina" dedicata alle imprese responsabili, ma anche con l’organizzazione di seminari e incontri e la partecipazione a saloni.
  4. Formare - sensibilizzare gli operatori e rafforzare la rete attraverso moduli di comunicazione e formazione.

Governance

Al fine di programmare in modo condiviso le azioni, monitorare la realizzazione dei piani annuali di attività, evidenziare i migliori progetti e progettare le fasi future di sviluppo, è operativo un Gruppo di pilotaggio composto da dirigenti e funzionari di Unioncamere Piemonte e Regione Piemonte.
Attualmente il gruppo è composto da:
Marzia Baracchino - Responsabile del Settore Relazioni Esterne e Comunicazione della Presidenza della Giunta regionale
Riccardo Lombardo - Marketing Istituzionale e Comunicazione, Gabinetto della Presidenza della Giunta regionale
Paolo Bertolino - Segretario Generale Unioncamere Piemonte,
Grace De Girolamo - Responsabile Pubblicazioni e Progetti Speciali.