home > vetrina imprese

Alcune eccellenze nazionali

Iniziamo a indicarvi di seguito alcune esperienze significative di CSR sul territorio nazionale, che ci auspichiamo di arricchire nel tempo anche grazie alle vostre segnalazioni.

BARILLA
Agricoltura Sostenibile: uno studio multidisciplinare

UNICREDIT 
Your Choice, Your Project – Sostegno a progetti d’imprenditoria sociale: il caso degli Alzheimer Caffè

GUNA 
Medicina Interculturale in Paraguay

GRUPPO FERALPI - ACCIAIERIE DI CALVISANO
Verso Zero Infortuni

IKEA ITALIA RETAIL
L’impegno di IKEA Italia nella lotta contro l’omofobia

EDILANA 
La naturale edilizia

COOPERATIVA FATTORIA DELLA PIANA
Agroenergie della piana

BORGO SAN FELICE
Impariamo nel Borgo

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di Milano Bicocca
Bambini Bicocca

CONFINDUSTRIA BERGAMO
WHP - Workplace Healt Promotion – Aziende che promuovono la salute

DANI INSTRUMENTS
Progetto A.P.P.A.® Angola

Gucci Italia S.p.A - Firenze

La moda italiana si fa green

Le politiche di RSI intraprese dal gruppo fin dal 2004 si fondano sul "valore sostenibile": rispetto dei diritti dei lavoratori, promozione delle diversità e capacità professionali, tutela dell'ambiente e della biodiversità, coinvolgimento di fornitori e stakeholders.

  • Nel 2004 l'azienda ottiene la certificazione in materia di Responsabilità Sociale d'Impresa (SA 8000) che coinvolge la sede centrale, i punti vendita e l'intera filiera produttiva.
  • el 2009 sigla un accordo con Confindustria Firenze, CNA e parti sociali per promuovere la filiera quale patrimonio di conoscenze unico e di valore riconosciuto, in una logica di sostenibilità economica e sociale.
  • Nel 2010 ottiene la certificazione ambientale ISO 14001, aderisce ad iniziative green in tutto il mondo e avvia un programma di attività eco-friendly per la riduzione dell'impatto ambientale ad opera della propria produzione (packaging riciclabile al 100%, ecc.) .
  • Nel 2011 Gucci firma un accordo con i sindacati per agevolare politiche di Welfare all'interno dell'azienda e favorisce la creazione di una "rete d'impresa" volta a rafforzare la competitività del polo fiorentino della pelletteria.
  • Nel 2012 lancia sul mercato i primi prodotti eco-friendly (occhiali eco-sostenibili, sandali biodegradabili‚Ķ) e presenta un nuovo packaging riciclabile al 100% e ingombro limitato per limitare costi di trasporto ed emissioni di CO2.

Ed ora? La sfida futura va in direzione di un maggior impegno nella tracciabilità e nell'ulteriore ricerca di materiali innovativi.

Gruppo Dani s.p.a. - Arzignano (VI)

Pelle sostenibile

Nel 2005 la società avverte la domanda da parte dei mercati internazionali di pelli che, oltre a soddisfare criteri di eccellenza qualitativa, rispondano alla crescente richiesta di prodotti sostenibili.
Nel 2008 l'avvio di Ecolife (Ecological leather innovation for environment), un contenitore di progetti a salvaguardia dell'ambiente che comprende l'eliminazione di metalli pesanti nella lavorazione delle pelli e interventi di riduzione dell'impatto ambientale lungo tutta la catena a partire dall'agricoltura fino allo smaltimento del prodotto. Un percorso che ha portato l'azienda a ottenere certificazioni come la Carbon Footprint, Epd-Environmental Product Declaration e Der Blaue Engel.
L'azienda interpreta inoltre con una nuova chiave di lettura la gestione delle relazioni con tutti gli stakeholder: da quella con il territorio, in particolare con il distretto di Arzignano dove opera, a quelle con università e centri di ricerca dalla cui collaborazione è nato il progetto Ecolife, fino a quelle con i clienti. Tra le iniziative attuate nel 2012 rientra, infatti, Sustainable leather network, un progetto rivolto ai clienti dei settori arredamento, fashion e automotive per l'incremento dell'utilizzo di pelli ad alta compatibilità ambientale.

PALM - Viadana (Mantova)

Il Green Pallet buono, sano e pulito per una filiera bosco-legno consumatore responsabile

L'azione, centrata sul pallet, ha coinvolto Stora Enso (fornitura di legname certificato PEFC), Xilopan (approvvigionamento di tappi pressati realizzati con materiale legnoso riciclato nel cuore della Lombardia), Tetra Pack/Sterilgarda (creazione di un circolo virtuoso territoriale con il riutilizzo di pallet usati) e AssoSCAI (utilizzo della multietichetta ambientale AssoSCAI, basata sulle norme ISO 14020 e 14021, per qualificare ambientalmente i prodotti trasportati).
Coerentemente con gli obiettivi di valorizzazione della filiera e del territorio, il circuito Palm-Tetra Pack-Sterilgarda si è posto l'obiettivo, per il primo anno, di sanificare e riutilizzare oltre 30.000 pallet, che corrispondono al 50% del parco pallet. Il raggiungimento di questo risultato ha portato un risparmio di oltre 25.000 euro e la mancata emissione di oltre 300 tonnellate di CO2.

Cavagrande S.p.A. (Catania)

Parco solare le Fonti dell'Etna

A maggio 2008 l'azienda ha inaugurato il primo impianto fotovoltaico in Europa che alimenta un intero stabilimento d'imbottigliamento di acqua minerale grazie all'energia solare. Il Parco Fotovoltaico si trova in seno a uno degli stabilimenti dell'azienda, quello utilizzato per l'imbottigliamento di Acqua Minerale Hidria, ha un'estensione di 7.000 mq ed è composto da 2.346 pannelli.

Serint Group - Rimini

Ecoufficio

Grazie a questa iniziativa l'azienda ha ora raggiunto il 100% della raccolta differenziata in ecobox per toner e cartucce; il 70% della raccolta differenziata di carta e cartoni in ufficio (era al 30% nel primo anno del progetto); il 50% della raccolta differenziata della plastica (al 30% nel primo anno) e l'installazione di diffusori nei rubinetti presenti nell'ufficio ha portato un risparmio tra il 25% e il 50% dell'acqua consumata rispetto all'utilizzo delle normali reticelle. Inoltre sono stati installati temporizzatori per lo spegnimento automatico delle luci nei bagni e in ufficio vengono utilizzate solo pile ricaricabili.

Eurocom Telecomunicazioni - Rimini

Baby caring, il maggiordomo aziendale

Questa iniziativa ha permesso di conciliare la vita lavorativa e quella familiare. È stato ridotto l'assenteismo, è stata incrementata la produttività e l'efficienza, riuscendo a utilizzare al meglio le risorse umane. I collaboratori hanno a disposizione nuovi strumenti di gestione del lavoro che permettono di diminuire lo stress, aumentare la quantità e qualità di tempo trascorso in famiglia e contemporaneamente la loro professionalità.

Holcim Italia - Merone (Como)

Community Day

Il Community Day è la giornata di volontariato aziendale (regolarmente retribuita) di Holcim Italia durante la quale i dipendenti escono dall'azienda e lavorano insieme ad alcune associazioni presenti nei territori in cui opera. Il progetto è stato lanciato nel 2007 con il coinvolgimento dei soli dipendenti degli uffici direzionali e di 4 associazioni no profit delle Province di Como e Lecco. Dato il grande successo, il bacino di utenza è stato esteso all'unità produttiva di Ternate e attivato più associazioni delle Province di Como, Lecco e Varese.